Come segmentare gli iscritti a una mailing list

Ecco una breve guida per segmentare gli iscritti a una mailing list in modo corretto, in modo da inviare messaggi più efficaci e generare più conversioni

Aumentare il tasso di apertura di un’email, diminuire il tasso di disiscrizioni e ridurre drasticamente il rischio di essere segnalati per Spam: questo e molto altro è possibile segmentando correttamente una mailing list, una pratica decisiva se vuoi raggiungere il successo attraverso l’email marketing.

Prima di iniziare a spiegarti come effettuare questa procedura, bisogna rispondere a qualche semplice domanda: che cosa vuol dire segmentare una mailing list? Perché è così importante?

 

Cosa vuol dire segmentare una mailing list

Si tratta di un’operazione per suddividere in gruppi i contatti appartenenti alla stessa mailing list. Generalmente la ripartizione tiene in considerazione di diversi elementi, che possono variare a seconda della strategia di email marketing che viene adottata: sesso, età, zona geografica, hobby, interessi, etc. Con eMailChef creare un nuovo sottoinsieme da una lista, ovvero un segmento, è estremamente semplice.

 

Perché creare uno o più segmenti da una mailing list

Per creare una campagna email efficace, o progettare una strategia che generi conversioni, bisogna creare dei messaggi precisi e personalizzati.
Per catturare l’attenzione del destinatario è necessario che il messaggio sia il più personale possibile: in questo modo sarà più semplice fare leva sulle necessità di ogni potenziale cliente.
Dopo identificato un target preciso e segmentato la lista, si potranno creare delle campagne su misura, per ottenere numerosi vantaggi:

  • aumento del tasso di apertura delle email;
  • diminuzione del tasso di disiscrizione;
  • calo drastico delle segnalazioni per spam;
  • maggior tasso di click sulla CTA e sui link presenti nelle email;
  • probabilità più alta di fidelizzare il destinatario.

 

Esempi di segmentazione di una mailing list

Come accennato prima, ci sono vari modi e criteri per segmentare una mailing list, ecco qualche esempio.

 

Segmentazione per caratteristiche demografiche

Uno dei modi più comuni è segmentare una lista in base alla caratteristiche demografiche dei contatti: età, sesso, lavoro, etc.
Sono elementi molto semplici da individuare, ma consentono di creare campagne davvero interessanti per il destinatario.
Se possiedi un eCommerce, ad esempio, sarebbe molto astuto creare delle newsletter differenti in base all’età o al sesso, per proporre dei prodotti che possano davvero interessare e aumentare le tue vendite: una email indirizzata a una donna, dove consigli l’acquisto di prodotti di bellezza o cura della persona, genererà sicuramente più conversioni rispetto a una rivolta a tutti con prodotti generici.

 

Segmentazione per posizione geografica

La segmentazione per posizione geografica è veramente molto utile, soprattutto per un’azienda che ha più punti vendita o filiali sparse in diverse regioni o città.
Se tu possedessi una catena di negozi, ad esempio, e volessi organizzare un evento o lanciare una promozione che riguarda una determinata area geografica, potresti inviare le tue campagne email solo i contatti che risiedono nella zona che più ti interessa.

 

Segmentazione per comportamento dell’utente

Studiare il comportamento degli utenti è molto interessante, perché può dare lo spunto per creare delle campagne ad hoc e dei segmenti specifici.
Un classico esempio di suddivisione degli utenti in base al comportamento è il cosiddetto carrello abbandonato: tutti gli utenti che inseriscono nel carrello un prodotto, ma non completano l’acquisto, possono essere tracciati e inseriti in un apposito segmento.
Una volta creato questo sottogruppo, si potrebbero utilizzare gli autoresponder, ovvero delle campagne email automatizzate, per inviare ai potenziali clienti dei promemoria che ricordino di completare l’acquisto.

 

Segmentazione per ordine temporale e status dell’utente

Un tipo di segmentazione molto semplice è quella per ordine temporale o status dell’utente, che consente di distinguere chi si è appena iscritto da chi invece è un utente di vecchia data.
Chi è appena entrato in contatto con la tua attività non può conoscere ogni dettaglio dei tuoi prodotti o servizi, come chi invece ne usufruisce da anni, per questo motivo bisogna concepire e inviare email differenti: quelle più complete e dettagliate saranno indirizzate ai neofiti, quelle più snelle e con meno spiegazioni agli utenti più navigati.
Inoltre chi è un cliente abituale dovrebbe ricevere promozioni specifiche, che sono diverse rispetto a chi invece deve ancora essere fidelizzato.

 

Segmentare una mailing list con eMailChef

Con eMailChef segmentare una mailing list è davvero semplice e bastano pochi passaggi:

  1. Scegli una delle liste che hai caricato e seleziona la categoria “Segmenti”
    come segmentare una mailing list emailchef 2
  2. Clicca sul pulsante “Nuovo Segmento”
    come segmentare una mailing list emailchef 3
  3. Dai un nome e crea una descrizione per il nuovo segmento
    come segmentare una mailing list emailchef 4
  4. Scegli i parametri per selezionare i contatti della tua lista e… il gioco è fatto!
    come segmentare una mailing list emailchef 5

Questa e moltissime altre funzioni sono alla portata di tutti, grazie al lavoro costante dei nostri tecnici ed esperti.

Iscriviti subito e prova gratis eMailChef: l’email marketing non è mai stato così semplice!

 

PROVA GRATIS EMAILCHEF

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con * sono obbligatori.