5 modi per migliorare il tasso di consegna delle tue email

Bastano pochi e semplici accorgimenti per migliorare il tasso di consegna delle tue email

Il tasso di consegna delle email è la prima metrica da studiare, se vuoi davvero ottenere dei risultati con il tuo email marketing. È un’ottima cartina di tornasole per capire se stai lavorando bene e com’è la reputazione del tuo IP: se è molto bassa, le tue comunicazioni non verranno nemmeno consegnate.

Se le tue email non arrivano ai destinatari, finendo nello spam, non potrai mai davvero raggiungere i tuoi obiettivi grazie all’email marketing, vanificando così tutti i tuoi sforzi per creare delle campagne email efficaci.

Vuoi ottenere dei buoni risultati e generare delle conversioni? Allora occupati per prima cosa della tua deliverability, leggendo con attenzione i nostri 5 consigli per migliorare il tasso di consegna delle tue email.

 

1 – Presta molta attenzione ai link nelle tue email

I filtri spam delle caselle di posta elettronica sono sempre più avanzati, pertanto si occupano di “scansionare” l’email che hai inviato prima di consegnarla al destinatario, per verificare la presenza o meno di spam o irregolarità.

Uno dei fattori che può incidere sulla valutazione della tua email è la presenza di link: se i collegamenti portano a siti poco affidabili, oppure contengono degli errori, questo inciderà sulla reputazione del tuo indirizzo IP in maniera negativa. Ricorda: più è bassa la reputazione, più è difficile consegnare le tue email ai destinatari.

 

2 – Inserisci sempre un link per disiscriversi

Se pensi di fare una furbata per abbassare il tasso di disiscrizioni, allora ti stai sbagliando di grosso: nascondere il link per disiscriversi è una pessima scelta, specialmente dopo il GDPR, oltre che un comportamento odiato dagli utenti.

Vuoi davvero una lista piena di gente che non legge le tue email e che possa segnalarti per spam? Se vuoi fare email marketing bene, concentrati sulla creazione di contenuti per catturare l’attenzione dei potenziali clienti, non su questi mezzucci da spammer!

 

3 – Crea sempre una versione di solo testo per le tue email

Esistono molti server di posta aziendale che filtrano le email in formato HTML: questo è un problema da non sottovalutare. Se vuoi aumentare il tuo tasso di consegna, ricordati sempre di accompagnare le tue email HTML con delle versioni di solo testo.

 

4 – Aumenta i tuoi contatti senza acquista una mailing list

Sembra la via più semplice per espandere il tuo database di contatti, ma acquistare una mailing list è sempre una pessima scelta! Gli indirizzi non sono mai di qualità, né verificati, checché ne dica il venditore.

Utilizzare una mailing list acquistata da terzi farà schizzare alle stelle il tuo tasso di bounce, ma soprattutto farà colare a picco la reputazione del tuo indirizzo IP! Se vuoi approfondire l’argomento, eccoti 6 motivi per NON acquistare una mailing list.

 

5 – Utilizza link con l’intera URL

Gli spammer amano accorciare i link, perché è un modo semplice per nascondere l’indirizzo web a cui rimanda un pulsante o un collegamento. I filtri antispam non amano questo meccanismo, quindi meglio evitare di utilizzarlo se si vuole che l’email inviata finisca nella “Posta in arrivo”, e non nella casella dedicata allo spam.

 

Riassumendo

eMailChef ti aiuta a migliorare il tasso di consegna delle tue email, non solo fornendoti consigli dettagli sulle migliori pratiche, ma anche mettendo anche a tua disposizione la miglior piattaforma più semplice e affidabile in circolazione.

Vuoi provare eMailChef? Non costa nulla!

PROVA GRATIS EMAILCHEF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con * sono obbligatori.