3 consigli per migliorare il testo delle tue campagne email

Ecco 3 semplici consigli per scrivere delle email efficaci e che convertano!

I tuoi sforzi nel mondo dell’email marketing non sono ancora stati ripagati? eMailChef Academy è qui per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi, dandoti 3 semplici consigli per migliorare il testo delle tue email.

Con le nostre dritte potrai creare delle comunicazioni efficaci, originali e coinvolgenti.

Ecco da dove partire per non commettere gli errori del principiante!

1 – Scrivi un oggetto che catturi l’attenzione e non sia banale

Secondo a un’importante ricerca, un utente medio riceve ogni giorno circa 100 email, questo vuol dire che siamo continuamente bombardati da messaggi (e per fortuna qualcuno finisce pure nello SPAM!).

La concorrenza che devi affrontare per emergere potrebbe sembrare dura, ma non devi preoccuparti: con un oggetto ben scritto otterrai un tasso di apertura più alto per le tue campagne email.

L’oggetto è il primo elemento che il lettore nota nelle tue email, quello per cui deciderà se aprirle oppure no, quindi bisogna evitare di essere vaghi o usare toni generici: nessuno ti darà importanza se parli per frasi fatte.

Chiediti sempre che cosa vuole leggere il destinatario per essere convinto ad aprire un’email.

Ecco un esempio di un oggetto efficace: “Aumenta le tue conversioni grazie alla segmentazione”. Molto facile e molto redditizio!

Perché funziona? Innanzitutto è specifico, e quindi si distingue dalla massa, precisando qual è il contenuto della email; in secondo luogo perché il testo è scritto per attirare un tipo di utente specifico: l’utilizzo delle parole “aumenta le tue conversioni”, che fanno parte del linguaggio di chi fa email marketing, fa subito intendere quale argomento affronterà la mail, inoltre propone una soluzione a quello che potrebbe essere un problema per alcuni.

Prova a pensare cosa succederebbe nel caso opposto: apriresti una mail che ha per oggetto una frase generica come “Tool per l’email marketing”, oppure “Migliorare il tuo email marketing”? Probabilmente no, forse la cancelleresti o non la noteresti nemmeno.

2 – Ricordati sempre di salutare all’inizio e ringraziare alla fine

Le email di successo riescono a scalfire l’indifferenza del destinatario, riuscendo a creare un legame con il lettore. Come fare? Inizia con un semplice saluto!

Certo, esistono tantissimi tipi di saluti, ma i migliori sono quelli specifici che citano il nome del lettore. Per tua fortuna eMailChef ti permette di creare delle campagne mail in grado di inviare un saluto personalizzato, a ciascuno dei tuoi destinatari, grazie all’aiuto dei campi personalizzati.

Se il tuo destinatario si chiama Marco, ad esempio, sarà più facile entrare in sintonia con lui salutandolo con “Ciao Marco”, rispetto a un banale “Buongiorno”. Questo tipo di messaggi sono molto apprezzati dagli utenti.

Ricordati infine di concludere sempre con un saluto spontaneo o un ringraziamento: anche in questo caso potrai usare i campi personalizzati.

Non limitarti però a dire solamente “grazie”, ma cerca sempre di spiegare perché stai ringraziando chi legge, in modo da coinvolgere maggiormente e rendere più efficace il tuo messaggio: “grazie per la tua attenzione”, “grazie per aver letto questa email”, “ti ringraziamo per il tuo tempo”, ecc.

Anche in questo caso c’è un’enorme differenza tra un banale “grazie” e scrivere “grazie, il tuo parere per noi è molto importante”: il secondo messaggio comunica un apprezzamento per un’azione o una qualità del lettore, uno stratagemma che permette di empatizzare maggiormente con il destinatario.

3 – Non devi mai scrivere email troppo lunghe

Qual è il più grande nemico dell’attenzione? La noia! E cos’è che nel campo dell’email marketing produce parecchia sonnolenza? Le email luuuuuuuuuuuuuuunghe.

Concentrati sulle prime 3 frasi: è qui la chiave per catturare l’attenzione del destinatario! Cerca di essere semplice, sintetico e diretto nel dire qual è lo scopo della tua email. I giri di parole e le perifrasi sono tue nemiche!

Certo, è possibile che tu possa scrivere ben più di tre righe, ad esempio se vuoi pubblicizzare un’offerta e devi specificare le condizioni per aderire, ma il discorso vale anche in questo caso: oltre le prime 3 frasi non devi allungare troppo il brodo! Usa solo le parole che ti servono davvero ed evita le espressioni ripetitive.

Riassumendo

Bastano pochi, piccoli accorgimenti per migliorare il testo delle tue campagne email:

  • un oggetto non banale,
  • salutare e ringraziare chi legge,
  • testi brevi e concisi.

Le parole sono la tua arma principale per ottenere delle conversioni, non dimenticarlo mai!

~

Questo articolo ti è stato utile? Oppure conosci qualche altro utile stratagemma? Facci sapere cosa ne pensi nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con * sono obbligatori.