Email marketing: 5 errori da evitare nel 2019

Se vuoi che il tuo email marketing abbia successo, evita di commettere questi errori nel 2019!

Commettere degli errori nell’email marketing può costare caro: il tasso di apertura delle tue campagne potrebbe crollare, non riusciresti a generare conversioni e, alla fine, rischieresti non raggiungere i tuoi obiettivi.

Come evitare questo scenario apocalittico? Basta seguire i consigli del nostro blog, eMailChef Academy! Ecco 5 errori da evitare nel 2019 se vuoi avere successo con le tu email!

1 – Non rispettare il GDPR

C’è ancora qualcuno che non sa cos’è il GDPR? Da maggio 2018 tutte le società operanti dentro l’Ue e quelle che operano nel mercato Ue devono rispettare una serie di nuove regole, che riguardano la raccolta, l’archiviazione e l’utilizzo di dati e informazioni personali degli utenti e dei clienti.

Non c’è più alcuna zona grigia in cui operare ora: o si rispetta la legge, o si rischiano gravi sanzioni.

2 – Inviare troppe email

Anche se i tuoi contatti vogliono ricevere le tue email, questo non vuol dire che tu debba inviargliene una tonnellata! La giusta frequenza dipende dal tipo di azienda e dallo scopo della comunicazione: c’è chi invia una email al giorno e c’è chi invece ne invia una settimana o al mese, ma nessuno dovrebbe inviare troppe email a un destinatario.

Il rischio è quello di ottenere un tasso di cancellazioni molto, molto alto.

3 – Non utilizzare il preheader

Il preheader è un testo che viene visualizzato dopo l’oggetto di una email, che fornisce delle informazioni aggiuntive sul contenuto. Il suo scopo è quello di convincere l’utente ad aprire l’email.

I software per l’email marketing più avanzati, come eMailChef, permettono di personalizzare questo campo, per poter comunicare in modo sempre più efficace con i destinatari.

Cosa succede però se si utilizza una piattaforma che non permette di compilare il preheader? Vengono utilizzate in automatico le prime righe dell’email, con effetti a volte disastrosi, che denotano una certa sciatteria nelle comunicazioni: “Guarda questa email sul tuo browser”; “Clicca qui per visitare la pagina”, “Dashboard – offerte – eventi”, etc. Questi testi non sono per nulla accattivanti, non spingono a leggere il contenuto della email e non aiutano il tuo tasso di apertura, anzi potrebbero anche danneggiarlo.

Se vuoi saperne di più dai un’occhiata alla nostra guida sul preheader, la puoi trovare qui.

4 – Inviare una email con un layout non responsive

Ormai questo dovrebbe essere l’abc per chi si occupa di email marketing, eppure ancora non tutti ne sono al corrente: le email con un layout non responsive non vanno più bene!

Il futuro delle comunicazioni passa dai dispositivi mobili, come smartphone e tablet, quindi è indispensabile creare delle email ottimizzate in tal senso.

Oltre al layout responsive, un’altra scelta saggia potrebbe essere quella di scrivere dei contenuti in ottica mobile, per venire sempre più incontro alle esigenze e alle abitudini degli utenti.

5 – Inviare email composte da una sola immagine

Graficamente potrebbero piacere ad alcuni, ma purtroppo non sono per nulla gradite dai filtri spam: le email composte da una sola immagine sono da evitare anche nel 2019!

I sofisticati meccanismi delle caselle di posta cercano di capire il contenuto delle email, per determinare se può essere dannoso o meno: se si tratta di una sola, unica, grande immagine, i filtri antispam si attiveranno sicuramente, perché senza alcun testo da analizzare l’email verrà contrassegnata come potenzialmente dannosa.

Quando progetti delle email, ricordati sempre di alternare testo e immagini.

 

In conclusione

Bastano poche best practices per garantirti un buon tasso di consegna e di apertura, ma se vuoi ottenere il massimo dal tuo email marketing avrai bisogno anche di un ottimo software di mailing massivo, dunque avrai bisogno di eMailChef!

Semplice, intuitiva e affidabile: è questo il segreto della nostra piattaforma. Provala gratis, senza alcun costo. L’unico rischio che corri è quello di innamorartene anche tu!

La scelta migliore è eMailChef: con un costo contenuto avrai a disposizione il miglior software online per l’email marketing. Provalo subito, non costa nulla!

PROVA GRATIS EMAILCHEF

Lascia un commento