Come scegliere i colori nell’email marketing

La prima impressione è quella che più conta. Per questo, l’uso dei colori nell’email marketing è quanto di meno casuale si possa immaginare.

L’oggetto dell’email e il preheader possono convincere l’utente ad aprire e il messaggio, ma è la qualità del design della newsletter che stimola alla conversione (cioè il clic sulla call to action).

Nell’email marketing, così come avviene per ogni tipo di comunicazione visiva, la scelta dei colori giusti è fondamentale per rafforzare il messaggio che si vuole trasmettere. Prima di progettare l’email è necessario avere la risposta a queste domande:

  • Qual è l’obiettivo dell’email?
  • Qual è la palette standard che hai scelto per l’immagine coordinata dell’azienda?
  • Informazioni di tipo demografico, geografico o di genere possono aiutarti a fare una scelta dei colori migliore?
  • L’email è di tipo stagionale oppure orientata a festival o eventi che hanno una tavolozza predefinita?

Pianificare la palette per le tue email non significa scegliere un certo colore e poi pretendere di farlo funzionare nel layout della newsletter. I designer utilizzano diverse combinazioni di colori per selezionare quelli più appropriati per ogni situazione.

Il processo avviene attraverso la scelta di un colore di base (generalmente il colore del marchio) e di uno secondario (e terziario, se necessario) selezionati in base al primo.

Questo post ti aiuterà ad approcciare in modo razionale la scelta dei colori per le tue newsletter.

Il significato dei colori

La scelta della palette di colori che caratterizza il template della newsletter non deve essere mai casuale o fondata solo sul gusto personale. Ci sono numerosi studi scientifici che, nel corso degli anni, hanno appurato come ogni colore sia in grado di suscitare in chi lo osserva emozioni e sensazioni specifiche.

Ogni marchio è dotato di linee guida rigide per tutto ciò che riguarda il branding, inclusi i colori. Essi devono essere coerenti con gli obiettivi e, infatti, il nostro cervello è predisposto a rispondere in un determinato modo alla visualizzazione di questo o quel colore, portando in superficie i più vari stati d’animo e sensazioni legate alla stimolazione visiva.

Proviamo quindi ad analizzare alcuni tra i colori principali che spesso vengono presi in considerazione durante la creazione di una newsletter.

Blu

Si tratta di un colore che comunica sentimenti come fiducia, sicurezza, affidabilità e viene inoltre associato alla tranquillità e al benessere. Il colore blu è forse uno dei più utilizzati dai social media, viene scelto per rafforzare il legame di fiducia con il cliente e utilizzato sovente anche nei siti istituzionali.

Il blu e le sue sfumature (schema di colore monocromatico) possono infondere alla newsletter un generale effetto rasserenante. In questo caso il colore del font è di solito il bianco.

colore newsletter blu

Verde

Il colore per antonomasia legato all’ambiente, all’acqua e alla natura ma allo stesso tempo anche al concetto di creatività. Viene utilizzato da molti brand per trasmettere sensazioni di equilibrio e serenità oltre che per sottolineare, magari utilizzato insieme a gradazioni di marrone (schema di colori analoghi), l’impegno in tematiche legate all’ambiente.

colore newsletter verde

Giallo

Il colore associato alla luce solare che evoca azione, vitalità e ottimismo. Il giallo è spesso associato a sensazioni di sollievo, alleggerimento e apertura.

Se accostato a palette di colori molto contrastate, come per esempio il nero o grigio scuro, il giallo consente di promuovere un’immagine giovane, moderna e dinamica.

colore newsletter giallo

Nero

Eleganza, sobrietà e serietà sono alcuni tra i concetti evocati da questo colore spesso utilizzato dai brand di moda, lusso e di nicchia in genere. Conferisce alle composizioni grafiche un carattere neutro, minimalista e molto professionale.

Lo schema di colori acromatico (nero-bianco) può contribuire ulteriormente a dare alla newsletter un generale aspetto di pulizia, facilitando la comunicazione di un contenuto che si distingue per scrupolosità e affidabilità.

colore newsletter nero

Rosso

Tra i colori della palette è forse quello con maggiori potenzialità ed è in grado di trasmettere sensazioni e concetti molto differenti. Il rosso viene associato alla passione, al calore e all’energia, ma anche al pericolo.

Nei template viene spesso utilizzato per attirare l’attenzione dell’utente ma, vista la difficile leggibilità dei testi su sfondo rosso, è sconsigliato per la creazione di call to action. Ci sono infine contesti in cui questo colore non può mai mancare quali i template di Natale e di San Valentino.

Tinte, tonalità e toni, che si distinguono per l’aggiunta di bianco, nero oppure grigio al colore di base, contribuiscono a loro volta a rafforzare o attenuare le emozioni di base. Mentre il rosso evoca facilmente sensazioni intense e passionali, soprattutto nelle tonalità scure, il rosa (che è una tinta di rosso) è maggiormente associato a emozioni tendenti alla leggerezza, all’apertura mentale e al romanticismo.

colore newsletter rosso

Arancione

Ecco un’altro colore in grado di trasmettere energia, creatività e dinamismo. L’arancione viene spesso utilizzato nelle call to action, meglio se su sfondi scuri che ne esaltino il contrasto e la capacità di attirare l’attenzione.

colore newsletter arancione

Qualche altro consiglio

Non cadere nella trappola di attribuire un valore assoluto ai colori. Le considerazioni fatte finora valgono per i paesi di cultura occidentale, dove è probabile che vivano la maggior parte dei tuoi interlocutori.

Solo per fare un esempio, rivolgersi al mercato cinese implica di tenere a mente che il rosso vuol dire principalmente arricchimento e fertilità (in famiglia), mentre il bianco è il colore del lutto e degli spiriti.

Le email stagionali, infine, avranno una forte connotazione di colore. Una newsletter di promozioni per l’estate potrebbe contenere sfumature luminose di blu, arancione, giallo e verde.

Nella stagione piovosa, invece, marrone, blu, grigio e bianco potrebbero rappresentare una scelta oculata, soprattutto se il contenuto dell’email riguarda abbigliamento o prodotti legati a quel periodo dell’anno. Questo non vuol dire che i colori più luminosi siano da scartare a priori.


Dopo aver passato in rassegna alcuni tra i principali colori e accennato alle sensazioni che sono in grado di richiamare, è ancora più chiaro quanto sia fondamentale utilizzare la giusta associazione concetto-colore al fine di rafforzare il messaggio e fissarlo nella memoria dell’utente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con * sono obbligatori.